Acquistare notebook e computer portatili, le 5 cose da considerare

Quando arriva il momento di scegliere un computer portatile usato da acquistare capita a tutti di sentirsi un po’ spaesati, ma quali sono le cose da tenere in conto prima di andare in negozio? Ecco cinque cose da considerare prima acquistare un notebook.

Acquistare notebook

L’utilizzo che devi farne

Prima di acquistare un portatile dovresti porti una domanda: per cosa userai il tuo notebook? In base a quel che ne vuoi fare, dovrai informarti su certe caratteristiche fondamentali per un computer. E’ ovvio che un notebook da usare per navigare su internet e per scrivere non richieda la stessa potenza di un notebook da gaming, per questo non bisogna tralasciare aspetti come il prezzo, le componenti e l’autonomia.

Il prezzo

Prima di recarsi in negozio, è bene considerare il budget con il quale si va. Riguardo i prezzi, c’è molta scelta dato che quello dei notebook parte dai 200 o 300 euro per arrivare fino ai 1000. Questo ha portato a dividere i computer in fasce basse, medie e alte.

Componenti

Sono tre le componenti principali da tenere d’occhio il giorno dell’acquisto: disco rigido, memoria Ram e processore. Partiamo dal primo. A cosa serve il disco rigido? Il disco rigido, chiamato anche hard disk, è quella componente che serve ad immagazzinare tutti i dati presenti nel computer. Le sue dimensioni si misurano solitamente in gigabyte e dentro vi si memorizza il sistema operativo, i programmi installati, i documenti e altri tipi di files. Se avete in mente di installare diversi programmi, giochi o di metterci altro nel vostro portatile, vi consiglio di prenderne uno con un disco rigido capiente, con diverse centinaia di gigabyte dedicati. Nel caso un giorno il computer dovesse peccare di memoria, è possibile comprare degli hard disk esterni da collegare facilmente.

La seconda componente da considerare è il processore. Puoi considerare il processore di un computer come il suo cervello, serve a svolgere tutti i compiti che noi gli diamo, senza di esso il computer non potrebbe svolgere le sue funzioni principali. La potenza di un processore viene misurata nei cosiddetti “core”. Più core il processore possiede e più il computer è veloce nello svolgere le sue mansioni. I più famosi produttori di processori sono attualmente Intel e AMD. L’ultima componente di cui informarsi è la memoria RAM.

La memoria RAM è una componente vitale del computer. Essa connette il processore al disco rigido. La RAM memorizza in modo temporaneo i files contenuti nell’hard disk e il processore li elabora, permettendo loro di funzionare. Anche la RAM, come il disco rigido, viene calcolata in gigabyte. Ovviamente più gigabyte la RAM possiede e più programmi e files può far elaborare alla CPU nello stesso istante senza subire gravi rallentamenti.

Sistema operativo

Il sistema operativo è il software che permette l’avvio del pc, si occupa di gestire il funzionamento del processore e della memoria. È la piattaforma sulla quale affidiamo il computer. Avrai sicuramente sentito parlare di Windows, è il sistema operativo più usato in tutto il mondo. Ma quale sistema operativo scegliere? Partiamo subito col dire che i tre “colossi” sono Windows, Linux e macOS. Windows è il sistema operativo della Microsoft, si è soffermato nel mercato mondiale più di 20 anni fa e continua a produrre ancora oggi sistemi operativi ottimi, funzionali e compatibili con la maggior parte dei programmi.

Non è un SO gratuito, dato che bisogna pagare una licenza per usarlo. Tuttavia è il SO che si trova nella maggior parte dei computer in commercio. Linux è un sistema operativo “open source”, ovvero gratuito, come lo sono molti programmi che esso supporta. Purtroppo Linux non è considerato un sistema facile da usare, per questo è pressoché impossibile trovarlo preinstallato in un notebook in commercio. MacOS è un’esclusiva dei computer marcati Apple, quindi lo si può utilizzare solo acquistando un macbook. È considerato un sistema operativo stabile e facile da usare, purtroppo non vanta della stessa compatibilità con i programmi che ha Windows.

Autonomia

Di fronte all’acquisto di un portatile bisogna anche pensare all’autonomia. La durata della batteria può influire molto sulla produttività del portatile e ovviamente l’autonomia di un notebook viene influenzata dall’uso che se ne fa. Proprio come un cellulare, più applicazioni si utilizzeranno nello stesso momento e più sarà facile far arrivare il livello della batteria allo 0%. Fortunatamente per chi si sposta sempre con il proprio computer sotto braccio, sono sbarcati in commercio notebook con una durata della batteria notevole, che può arrivare anche a un giorno intero.

Altri notebook in vendita su Amazon

Bestseller No. 1
NOTEBOOK HP 255 G6 15.6"
  • Processore APU AMD E2 di settima generazione / con scheda grafica AMD Radeon R2 fino a 2 GHz / HDD SATA da 500 GB / Dvd Writer / Tastiera a isola con tastierino numerico/ Display da 15,6 pollici...
  • Garanzia Italiana/ Windows 10 Pro
OffertaBestseller No. 2
OffertaBestseller No. 3
OffertaBestseller No. 4
HP 250 G6 Notebook PC, Display da 15.6", Intel Celeron N4000, 4 GB di DDR4, SATA da 500 GB, Senza...
  • Intel Celeron N4000 con scheda grafica Intel UHD 600 (1,1 GHz di frequenza base, frequenza di burst fino a 2,6 GHz, 4 MB di cache, 2 core)
  • Memoria 4 GB di SDRAM DDR4-2400 (1 x 4 GB)

Cerca Notebook per tipo

Cerca Notebook per prezzo